SI360

Eurobarometer 86.3: aiuti umanitari, protezione civile e opinione dei cittadini europei su cooperazione e sviluppo (2016)

European Commission

Versione:
2.0

Changelog (versione dell'archivio):

2.0 - 2020-12-01
* aggiornamento dei dati e della documentazione all'ultima release (3.0.0)

1.0 - 2017-10-18
* importazione dati in archivio

Chiudi

Release:
3.0.0

Changelog (release della fonte):

3.0.0 - 2020-11-24
* Archive edition

2.0.0 - 2017-06-09
* Archive pre-release

Chiudi

Disponibilità:
accessibile

UniData prevede due tipi di accesso:

  • accessibile
    (tutti gli utenti possono accedere a questa indagine - può essere previsto un rimborso spese)
  • accesso limitato
    (l'accesso all'indagine è soggetta a restrizioni - vedi più avanti)

Tipo di dato:
individuali

Modalità di indagine:
longitudinale (trend/cross-section ripetute)

Serie:
EB - Eurobarometro

Questionario:
238.04 KB
702.01 KB
altra documentazione
Website
Nesstar - data

L’indagine Eurobarometer è stata progettata per fornire un costante monitoraggio degli atteggiamenti politici e sociali nell’Unione europea. L’obiettivo generale, di conseguenza, è quello di conoscere gli atteggiamenti e le valutazioni dei cittadini europei su alcuni temi di ampio interesse generale. Le domande rispondono principalmente alle problematiche dell’integrazione europea, ma talvolta si soffermano anche a considerare problemi specifici dei singoli paesi o problemi comuni di natura economica, politica e sociale.

Gli argomenti di Eurobarometer 86.3 sono i seguenti:

  • Aiuti umanitari: conoscenza e importanza attribuita ai finanziamenti dell’UE per gli aiuti umanitari; importanza degli aiuti umanitari per finanziare l’istruzione dei bambini in situazioni di crisi; approvazione dell’iniziativa UE di inviare volontari per portare aiuti umanitari in tutto il mondo; efficienza degli aiuti forniti dai singoli paesi rispetto a quelli garantiti dall’intera UE; immagine dell’UE.
  • Protezione civile: conoscenza e importanza attribuita all’aiuto fornito dall’UE nel coordinamento degli interventi in caso di catastrofi all’interno dell’Unione; livello di accordo con alcune affermazioni riguardanti il confronto tra l’efficacia delle risposte coordinate dall’UE rispetto a quelle garantite dai singoli paesi, la disponibilità di sufficienti mezzi da parte dei singoli paesi per fare fronte alle catastrofi più gravi, la necessità di politiche di protezione civile quando le catastrofi possono avere effetti transnazionali, l’opportunità che l’UE fornisca aiuti in tutto il mondo in caso di catastrofi; le fonti di informazione preferite sulle politiche di protezione civile dell’UE, l’efficacia delle misure per prevenire o affrontare le catastrofi in ogni regione, in ogni nazione, nell’intera Unione.
  • Opinioni dei cittadini UE su sviluppo, cooperazione e aiuti: importanza di aiutare i paesi in via di sviluppo; le sfide più rilevanti per i paesi in via di sviluppo; atteggiamenti verso l’aumento degli aiuti; atteggiamento verso alcune affermazioni riguardanti il contrasto della povertà nei paesi in via di sviluppo; coinvolgimento personale nell’aiuto ai paesi in via di sviluppo; valutazione dell’efficacia delle azioni, individuali, dell’UE e degli stati membri, volte a ridurre la povertà nei paesi in via di sviluppo; conoscenza degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile concordati dalla comunità internazionale; principali ostacoli al progresso dei paesi in via di sviluppo.
  • Sicurezza delle sostanze chimiche: preoccupazione rispetto all’esposizione a sostanze chimiche nella vita di tutti i giorni; auto valutazione della conoscenza dei potenziali pericoli delle sostanze chimiche presenti nei prodotti di uso comune; valutazione dei prodotti contenenti sostanze chimiche in ogni nazione rispetto alla salute e alla protezione dell’ambiente; sufficienza della regolamentazione delle sostanze chimiche all’interno dell’UE; fonti di informazioni preferite sui potenziali pericoli delle sostanza chimiche presenti nei prodotti di uso comune; obbligo per i venditori di fornire informazioni sulle sostanze chimiche pericolose presenti nei prodotti.

I dati possono essere scaricati liberamente, previa registrazione. Una volta registrati e loggati nel sito, cliccare sull’icona verde  che apparirà nel box a destra.



Parole chiave: , ,


Share on Facebook Share on Google+ Share on Twitter

Topic Classification:

  • ECONOMIA - sistemi economici e sviluppo
  • POLITICA - comportamento politico di massa, atteggiamenti e opinioni
  • POLITICA - conflitti, sicurezza e pace
  • POLITICA - politica internazionale e organizzazioni
  • SALUTE - politiche sanitarie
  • STRATIFICAZIONE SOCIALE E GRUPPI - uguaglianza/disuguaglianza
  • Nazioni: Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Irlanda del Nord, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Regno Unito

    Unità geografica: ampiezza del comune

    Unità di analisi: individuo

    Universo: individui residenti nei rispettivi paesi con età maggiore di 14 anni

    Campionamento: 1.000 individui circa per paese. Campione stratificato multi-stadio

    Peso: Peso utilizzato. Vedere la documentazione per i dettagli

    Metodo di raccolta dati: intervista faccia a faccia, intervista personale assistita (CAPI)

    File forniti all'utente: UniData fornisce: 1 dataset in formato SPSS; 1 dataset in formato Stata; 1 file di sintassi in formato SPSS relativo ai missing value; 2 file PDF con i questionari (ita, eng); 1 file PDF con le note metodologiche e il codebook (eng) (6 file)

    Documentazione:

    Note metodologiche e codebook (pdf):
    Documentazione DDI:
    DDI Documentation

    Restrizioni nell'uso dei dati:
    UniData – distributore ufficiale delle indagini Eurobarometer per l’Italia – garantisce l’accesso gratuito ai dati per gli utenti italiani previa registrazione. I dati sono distribuiti secondo la licenza definita dall'archivio dati GESIS (dati in categoria 0), disponibile a questo indirizzo. Per gli altri utenti è possibile fare riferimento al sito del GESIS.

    Citazione:
    European Commission . (2016) Eurobarometer 86.3: aiuti umanitari, protezione civile e opinione dei cittadini europei su cooperazione e sviluppo. TNS Opinion & Social [Producer]. GESIS - Leibniz Institute for the Social Sciences [Producer]. UniData - Bicocca Data Archive, Milano. Codice indagine SI360. Versione del file di dati 2.0

    Obblighi per l'utente:
    L’utente è obbligato a citare i dati e la documentazione distribuiti da UniData all’interno delle proprie pubblicazioni, utilizzando le informazioni riportate sopra. L’utente è altresì tenuto ad inviare a UniData le eventuali indicazioni bibliografiche delle pubblicazioni che fanno uso dei dati distribuiti.

    Disclaimer:
    La fonte che ha prodotto i dati e UniData che li ha distribuiti non rispondono per alcun utilizzo improprio dei dati e delle elaborazioni pubblicate.

    Note:

    Le domande della sezione QA “aiuti umanitari” riprendono in parte le domande poste nella corrispondente sezione di Eurobarometer 83.2.

    Le domande della sezione QB “protezione civile” riprendono in parte le domande poste nella corrispondente sezione di Eurobarometer 83.2.

    Le domande della sezione QC “opinioni dei cittadini dell’UE su sviluppo, cooperazione e aiuti” riprendono in parte le domande poste nella corrispondente sezione di Eurobarometer 84.4.

    Le domande della sezione QD “sicurezza delle sostanze chimiche” riprendono in parte le domande poste nella corrispondente sezione di Flash Eurobarometer 361. La sezione QD è stata resa disponibile a partire dalla versione 2.0.0 del dataset (aggiornamento embargo).

    A partire da Eurobarometer 81.3 (da 84.1 per la Germania), lo schema delle modalità della variabile protocollo P6 (tipo di zona di residenza) è stato modificato sostanzialmente. Per tutte le nazioni le categorie sono state armonizzate e ricondotte a tre valori (zona rurale – cittadina e sobborghi/piccola area urbana – città/grande area urbana).

    A partire da Eurobarometer 81.3, per alcune nazioni lo schema delle modalità della variabile protocollo P7 (regione) è stato modificato, in particolare con l’introduzione delle categorie NUTS per Irlanda, Estonia e Croazia.
    Nella versione 3.0.0 del dataset la variabile uniqid è stata corretta per un errore di codifica del Belgio.

    Tre intervistati dell’Irlanda del Nord forniscono risposte alle domande da qc5_1 a qc5_5 (‘aiuto a paesi in via di sviluppo’) ma sono codificati 1 (‘non sei coinvolto nell’aiuto a paesi in via di sviluppo’) alla variabile qc5_6.

    L’item D62_3 (uso di internet da dispositivi mobili) non è stato effettivamente sottoposto ai rispondenti. L’item D62_4 del questionario risulta come D62_3 nel dataset.

    Le date di fine rilevazione corrispondenti alla variabile protocollo P1 (data dell’intervista) differiscono leggermente da quelle indicate nelle specifiche tecniche fornite da TNS per Germania e Polonia.

    La variabile relativa alla lingua dell’intervista p13lu per il Lussemburgo è stata corretta nella versione 3.0.0 del dataset (nella versione precedente le categorie 2 e 3 erano state invertite).

    I dati delle variabili protocollo p8 (codice postale), p9 (numero del punto di campionamento), p10 (numero dell’intervistatore) e p11 non sono disponibili.